Raggruppamento Carabinieri Biodiversità

Raggruppamento Carabinieri Biodiversità

Reparto Carabinieri Biodiversità Caserta

Reparto Carabinieri Biodiversità Caserta

Indirizzo

Corso Trieste 8 Caserta

Telefono

0823354693

Email

042924.001@carabinieri.it

PEC

fce42429@pec.carabinieri.it

CNCB

Nessun CNCB

Sedi distaccate

Nucleo Tutela Biodiversità di Agerola

Via Tuoro n°31  Agerola (NA)

Tel. 081/ 8025328

Email: 042925.001@carabinieri.it

 

Nucleo Tutela Biodiversità di Ischitella

Via Domitiana Km 38,  Località Ischitella, Castel Volturno (CE)

Tel. 081/ 5099473 –

Email: 042926.001@carabinieri.it

 

Nucleo Carabinieri Tutela Biodiversità di Trecase

Via Cifelli  n°.5 Trecase (NA)

Tel.081/ 5372391

Il Reparto Biodiversità di Caserta gestisce tre Riserve statali e due aree demaniali:

  • Riserva Forestale di Protezione Tirone alto Vesuvio di superficie Ha 1019;
  • Riserva Naturale Orientata Valle delle Ferriere di superficie Ha 455;
  • Riserva Naturale di Castel Volturno di superficie Ha 268;
  • Area Demaniale umida denominata “la Piana” di superficie Ha 63;
  • Bosco Flegreo di San Michele Arcangelo di superficie Ha 4,5.

Per una superficie complessiva di Ha 1810.

Tutte le Riserve rientrano all’interno di aree SIC o ZPS della Rete Natura 2000.

Nelle Riserve vengono svolte attività di educazione ambientale e di ricerca scientifica in collaborazione soprattutto con l’Università degli studi Federico II di Napoli.

Studi mirati sulla fauna e flora presenti all’interno delle Riserve, studi sul fuoco prescritto, studi sulla vegetazione infestante, studi sugli uccelli migratori con cattura ed inanellamento degli esemplari che attraversano il territorio delle riserve vengono attuati in collaborazione con associazioni di ornitologi.

Inoltre all’interno della Riserva Naturale di Castel Volturno è presente un C.R.A.S.E. (Centro di Recupero per la Fauna Selvatica ed Esotica).

Questo Reparto ha prioritariamente finalizzato le attività nei seguenti settori:

  • Attività di divulgazione ed educazione ambientale: numerose scuole della Campania hanno partecipato al progetto nazionale triennale denominato “Un albero per il futuro”, grazie al quale si sta provvedendo alla distribuzione di oltre un migliaio di piantine.

Inoltre, all’asilo nido di Caserta, è stata donata una libreria denominata “La grande quercia – l’albero della biodiversità”.

Infine, sempre nelle Riserve gestite, sono stati sensibilizzati visitatori e studenti ad un approccio plastic-free, grazie alla campagna nazionale #IoSonoAmbiente.

  • Salvaguardia della fauna e della flora: si sta realizzando il progetto del Mi.T.E. per la salvaguardia delle ZSC e ZPS, denominato “Start Natura 2000”, nell’ambito del quale si stanno attuando ulteriori misure di conservazione del cosiddetto “fossile vivente”, la Woodwardia radicans presso la Riserva di “Valle delle Ferriere” nonché, si è intrapreso uno studio sui pipistrelli presso la Riserva di “Castel Volturno”.

Sempre in collaborazione con il Mi.T.E., è in corso di attuazione la progettazione dell’ampliamento del Centro Recupero Animali Selvatici ed Esotici ubicato nella Riserva di “Castel Volturno”.

  • Programma di controllo denominato “Terra dei Fuochi”: si partecipa alle verifiche nel ciclo di produzione e trasformazione dei prodotti agricoli, collaborando con gli altri soggetti istituzionalmente individuati nel programma di controllo, garantendo il rispetto delle prescrizioni impartite sui terreni agricoli sui quali è inibita la coltivazione.
  • Prevenzione degli incendi boschivi: vengono effettuate, nell’ambito delle Riserve, le attività di avvistamento e prevenzione degli incendi nonché, spegnimento dei fuochi, grazie all’intervento degli operai forestali.
  • Attività di antibracconaggio: nei particolari periodi di migrazione, vengono organizzati determinati servizi per la prevenzione e repressione delle illecite attività di bracconaggio, in particolare nelle vicinanze della Riserva di “Castel Volturno”.
  • Tutela delle Riserve: nell’anno in corso sono terminate le operazioni di messa in sicurezza degli stradelli forestali interni alla Riserva Forestale di Protezione “Tirone – Alto Vesuvio”, fortemente danneggiati nel corso dell’incendio del 2017. Inoltre, sono appena iniziati i lavori di ricostruzione della strada Matrone, importante arteria che, attraversando la Riserva, giunge al Gran Cono del Vesuvio.

Nella Riserva Naturale Orientata di“Valle delle Ferriere” sono state eseguite delle opere di ingegneria naturalistica per contenere il franamento del pendio ove è situata la Woodwardia radicans. E’ in atto anche un’operazione finalizzata al rinnovamento di questa specie attraverso l’acquisizione delle spore da parte di personale specializzato.

Infine, nella Riserva Naturale di “Castel Volturno” si sta provvedendo a terminare i lavori della realizzazione di una piscina presso la “Casa colonica”.